Club del 27·dolci

Ciao Michael

Questo è un articolo per celebrare. Per celebrare un uomo che ho conosciuto virtualmente nell’ambito della community di MTC. In realtà io l’ho “agganciato” anche un po’ prima che lui entrasse in MTC, ma è un dettaglio. Eleonora Colagrosso fu il nostro “gancio” appunto. Gli ho dedicato già un post in questo blog, quando fece una torta invisibile, lui col mango in India, io con le mele a Ferrara. Ne sorridemmo assieme e mi ringraziò. Nei nostri lunghi scambi di messaggi ci sono state grandi confidenze, grandi slanci e grandi incomprensioni e tante parole e molto di noi è stato messo in campo. Tutto ciò non è né normale né usuale nei rapporti virtuali ma Michael non era né normale né usuale! Lo dico con tutto il cuore. Ed è per questo che sicuramente ha fatto la differenza nelle situazioni e con le persone che ha incontrato nella sua vita, intensa e breve. Io l’ho vissuto così. E lo ringrazio. Di ciò che mi ha fatto vedere di me. Di ciò che ha cambiato in me.

E si celebra con una ricetta. Un pane dolce del sabato proposto da Eleonora per una sfida di qualche tempo fa in cui io non ero ancora in MTC. 

Qui la ricetta e tutto il procedimento che io ho rifatto esattamente uguale.

Naturalmente ho fatto e rifatto questo pane in questi giorni e ricordando le mele della torta invisibile ho fatto anche una versione con le mele all’interno con un buon profumo di cannella (versione preferita di mio marito).

Eccomi! 

Grazie a Chiara e Manuela che hanno coordinato tutti questi ricordi per Michael e li hanno convogliati in un grande abbraccio per Eleonora.

Ciao Michael!

Michael Meyers era professore medico oncologo specializzato, tra le altre cose, in nutrizione preventiva. Ci ha insegnato tanto, a non demonizzare, a non eccedere, a ragionare, a godere di ciò cui ci si accosta, sia esso cibo o siano persone. 

11 thoughts on “Ciao Michael

  1. Elisa, ha lasciato tanto in tanti di noi e ha cambiato tanti di noi ed è bello ricordarlo in questo abbraccio pieno di gioia e di speranza, perché io è così che mi sento oggi: gioiosa e speranzosa

  2. Ed Eleonora è stata anche il “gancio” che ha fatto conoscere noi due. Belle persone ruotano intorno a quella ragazza. E non è un caso…

  3. Non era né normale né usuale. E meno male, che fa pure rima.
    grazie di esserci anche tu, grazie per queste parole che hai voluto dedicargli e quelle che hai dedicato a me.
    un abbraccio forte.

  4. Grazie per esserci stata in questo abbraccio che ci fa scoprire come Michael fosse una persona veramente speciale, ognuno di noi ha potuto interagire con lui e confrontarsi per un arricchimento personale perchè dagli scambi fra persone speciali non si può che crescere.
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *